TEST NIKON COOLPIX AW130
Compatta digitale subacquea
Rino Giardiello, maggio 2016

La Nikon Coolpix AW130 è una compatta subacquea molto interessante e ben realizzata, ma il prezzo estremamente variabile (si può trovare sul web a prezzi che variano tra i 250 ed i 400 Euro) rendono difficile giudicarla visto che, se è ottima per 250-300 Euro, non lo è per 400. Su Nadir c'è un'esauriente panoramica delle fotocamere compatte digitali subacquee più interessanti al di sotto di 300 Euro.

Nikon AW130 Nadir Magazine

Comunque sia, la Nikon AW130 è senz'altro una delle compatte subacquee che preferisco per completezza di funzioni ed equilibrio di prestazioni. Ha ben 16Mpx sfruttando tutta la risoluzione del sensore da 1/2.3" rispettando il formato originale 4:3 (ma sono disponibili gli altri formati perdendo risoluzione, anche quadrato) ed offre un interessante zoom ottico Nikkor da 5x luminoso e supergrandangolare (la focale più corta equivale a 24mm F/2.8, la più lunga a 120mm).

Il supergrandangolare da 24mm, comodissimo sulla terraferma, diventa ancora più prezioso sott'acqua dove l'angolo di visione si riduce e gli oggetti appaiono più grandi di circa 1/3 rispetto alle dimensioni reali.

Nikon AW130 Nadir MagazineIn mano.
Il corpo della Nikon Coolpix AW130 è in plastica con il frontale in metallo e la piccola protuberanza sulla destra, molto simile a quello delle vecchie Nikon a pellicola in verità, consente di impugnarla con sicurezza. Non è la più piccola e leggera della categoria, ma è proprio questo che contribuisce ad accrescere la sensazione di solidità. Sul tetto della fotocamera sono presenti solo i pulsanti di scatto e di accensione mentre la maggior parte dei comandi sono sul retro affianco al display e sono simili a quelli della maggior parte delle compatte.

Nikon AW130 Nadir MagazineLo schermo da 3" offre una buona risoluzione ed è facile da vedere anche in piena luce. Il vano della batteria è sulla destra, ben protetto dai soliti O Ring, mentre sulla sinistra ci sono tre grandi pulsanti tra cui quello del Wi-Fi. Esistono delle applicazioni sia per iOS che per Android che permettono di dialogare con la fotocamera tramite Wi-Fi ed anche di comandarla a distanza. Altra possibilità di condivisione offerta dalla Nikon Coolpix AW130 è quella della connessione NFC.

Sul campo.
La Nikon Coolpix AW130 riesce a mettere a fuoco ed a scattare molto velocemente. Lo zoom Nikkor ha una buona resa a tutte le focali e le immagini sono apparentemente molto nitide, brillanti e bene esposte. Ho scritto "apparentemente molto nitide" perché, in realtà, i valori di risolvenza non sono così elevati come sembrano, ma - appunto - le immagini sono molto ben contrastate - forse anche troppo - e la sensazione che se ne riceve non esaminando le foto sul monitor al 100%, è più che positiva e di grande nitidezza.

Per le foto a distanza ravvicinata è stata adottata una soluzione che ho sempre detestato: la posizione macro è sulla focale più corta con il soggetto ad 1 cm dalla lente frontale, con tutta la conseguente distorsione a barilotto e sfocatura ai bordi.

Nikon AW130 Nadir Magazine

Lo zoom 24-120 passa dalla distorsione a barilotto alla focale più corta a quella a cuscinetto alla focale più lunga. Alla focale di 24mm si può notare una leggera vignettatura. Il trattamento antiriflessi non è eccellente, ma è negli standard del produttore e, in compenso, c'è pochissimo purple fringing.

Molto efficiente il software che regola le impostazioni della AW130 nelle diverse situazioni di ripresa, in particolare il bilanciamento del bianco anche sott'acqua. La sensibilità va da 100 a 1600 ISO in manuale e sino a 6400 ISO in Program, ma il rumore inizia a notarsi già ad 800 ISO e diventa eccessivo a 3200 ISO, risultato molto buono per le dimensioni del sensore. L'obiettivo, essendo F/2.8 a 24mm e stabilizzato, permette di non dover ricorrere alle sensibilità più elevate se non in situazioni particolarmente buie ed eccessive rispetto allo scopo per cui si compra una compatta come questa.

Nikon AW130 Nadir Magazine

Buoni anche i video Full HD ed è possibile usare lo zoom mentre si sta registrando. C'è anche l'interessante opzione slow motion. Il suono è stereo ed è più che discreto per la categoria. La batteria della Nikon Coolpix AW130 ha una durata più che buona per la categoria (370 scatti), ma è da ricordare che l'uso del GPS e del Wi-Fi la buttano giù molto in fretta.

Conclusioni.
Al prezzo di 250-300 Euro la Nikon Coolpix AW130 è senz'altro una compatta subacquea eccellente ed offre buone prestazioni in tutte le condizioni d'uso. Ottime le performance estreme: sott'acqua fino a 30m (International Protection code IPX8), resistente alle cadute da un'altezza massima di 2m e antigelo fino a -10°C I difetti sono pochissimi (le foto macro contro la lente frontale e le immagini poco definite se osservate al 100%). Il rumore, tenendo presenti le dimensioni del sensore, è contenuto ed ho apprezzato molto il supergrandangolare equivalente a 24mm.

Rino Giardiello © 05/2016
Riproduzione Riservata